Post

Il Nautico tra i vincitori del concorso regionale sulle foibe

Immagine
"Ho avuto la fortuna di parlare con un testimone di questa tragedia", ci dice Matteo Garaventa, uno dei tre vincitori del Nautico di Camogli del concorso  “Il sacrificio degli italiani della Venezia Giulia e Dalmazia: mantenere la memoria, rispettare la verità, impegnarsi per garantire i diritti dei popoli". Tutte le classi quinte della nostra sede di Camogli hanno partecipato a questo concorso indetto dalla Regione Liguria e ogni ragazzo ha scritto e inviato un tema sul Giorno del Ricordo, in memoria delle vittime delle foibe in Istria e Dalmazia.
"Ritengo che sia stata un'attività molto formativa sotto diversi aspetti - continua Matteo - abbiamo avuto la possibilità di metterci alla prova in tutti i sensi, e questo è stato molto stimolante, inoltre credo che l'argomento trattato sia molto importante anche per noi ragazzi, poiché si tratta di avvenimenti che hanno segnato la storia di una parte del nostro popolo e che troppo spesso vengono ignorati&quo…

Sparatoria in Florida: le nostre riflessioni

Immagine
Il 14 febbraio scorso è avvenuto in Florida un altro caso di sparatoria in una scuola statunitense (Stoneman Douglas) a Parkland, gli studenti e i professori sono stati barricati all'interno della scuola per ore.
L'aggressore era un ex studente di 19 anni di nome Nicolas Cruz che ha ucciso 17 persone tra studenti e insegnanti ferendone altri 14, alcuni in maniera grave.
Si era ben organizzato: ha lanciato delle granate fumogene per far scattare l'allarme antincendio così che tutti i ragazzi uscissero dalle aule e lui potesse sparare nella folla. In parte ci è riuscito in parte no perché molti ragazzi sono rimasti dentro le aule riparandosi sotto i banchi come avevano imparato durante le esercitazioni che nelle scuole statunitensi si fanno spesso, e questo dimostra che il livello di violenza nelle scuole è molto alto.
Alla fine il ragazzo è stato catturato dopo un tentativo di fuga durato poche ore e si è lasciato prendere senza opporre resistenza. Di certo stiamo parlando …

Robotica: un evento mondiale al Nautico

Immagine
Nel weekend del 2 e 3 febbraio l'Istituto San Giorgio, nella sede in calata Darsena, ha ospitato l'edizione del nord-ovest Italia della First Lego League.

COS'E'?
First Lego League è una manifestazione mondiale di scienza e robotica che include una gara tra squadre di ragazzi dai 9 ai 16 anni che progettano, costruiscono e programmano robot autonomi, applicandoli a problemi reali di grande interesse generale, ecologico, economico e sociale, per cercare soluzioni innovative.
Nasce dalla collaborazione tra LEGO® e FIRST® (acronimo dell'Associazione americana For Inspiration and Recognition of Science and Technology, ovvero 'Per l'ispirazione e la valorizzazione di Scienza e Tecnologia').
Per mettere sullo stesso piano concorrenti di età differenti, i promotori della manifestazione hanno pensato di proporre a tutti i partecipanti l’uso esclusivo dei materiali LEGO® Mindstorms per la realizzazione dei robot.
Attualmente sono coinvolte 88 nazioni distribuite…

La rivincita del Nautico! Vittoria contro il Colombo

Immagine
Al plesso sportivo "Sciorba", mercoledì 21 febbraio, si è svolto il tanto atteso match Nautico vs. Convitto Colombo che ha visto la nostra squadra uscirne vincitrice con un ottimo 3-2. L'armata San Giorgio si è imposta fin da subito su un grande Colombo che ha saputo ribattere ad ogni attacco della nostra squadra creando una partita avvincente e combattuta. Al Nautico sono stati inoltre annullati 2 gol segnati su azioni regolari, ma nonostante questo la squadra ha saputo portare a casa la partita. Marcatori sono Vacca, Dovenna e Velastegui
FORZA NAUTICO!

Carnevale a Ivrea

Immagine
Un nostro compagno di classe è di Ivrea, vicino a Torino, e ci racconta che lì il carnevale è molto sentito e che si festeggia per quattro giorni nello stesso modo in cui si festeggiava nel medioevo, con tanto di corteo storico e battaglia delle arance. Decidiamo di prendere parte a questa curiosa e particolare tradizione.

La mattina del 10 febbraio prendiamo al volo il treno che da Genova ci porta, in un paio d'ore, a Torino Porta Nuova. Giriamo poco più di due ore nel capoluogo piemontese, andando quasi completamente a caso ma riuscendo comunque a farci un'idea della città, dopodichè torniamo in stazione e prendiamo un altro treno. Diciotto minuti dopo siamo a Chivasso, uno di quei paesoni un po' anonimi tipici della Pianura Padana, ci prendiamo un caffè in un altrettanto tipico bar di provincia e poi, dato che il treno andava a Milano e non avevamo voglia di aspettare un'ora in stazione, continuiamo il viaggio sulla strada. Chiediamo indicazioni a un signore che ci …

Che cosa è il coraggio?

Immagine
Riceviamo e volentieri pubblichiamo una poesia scritta da uno studente di 2M, Giacomo Tripodo, che ha deciso di mettere in versi la sua riflessione sulla vera natura del coraggio.

Che cos'è il coraggio?

Il coraggio, spesso, non è come tutti noi lo immaginiamo;
il coraggio non è lo sfruttare un sorriso per nascondere quel che veramente siamo o proviamo.

Il coraggio è il saper dire la verità , anche se a quella persona porterà infelicità;
il coraggio è il saper mentire per portare a quella persona un po' di felicità.

Il coraggio è la voglia di lucidare la spada per intraprendere la propria strada;
il coraggio è lo scegliere il momento giusto per deporre le armi, mettere radici e far crescere i propri rami.

Infine il coraggio è prendersi le proprie responsabilità, portare avanti quello in cui credi,
con la consapevolezza che gli altri non la vedranno mai come tu la vedi.

Giacomo Tripodo, classe 2M

Il perverso rapporto tra uomo e guerra

Non esiste altro argomento che animi e agiti la discussione degli intellettuali come la guerra.
Il suo secolare dibattito è stato capace di alimentare infinite riflessioni e scuole di pensiero.
Risulta quindi riduttivo limitarsi a riassumere i pensieri e indicarli appartenenti ai neutralisti o agli interventisti. Le dinamiche che possono portare allo scoppio di una guerra sono svariate, ma riescono a descrivere in maniera efficace l’animo umano.

La storia in generale rispecchia la natura dell’uomo. Dal punto di vista delle grandi fabbriche belliche, la guerra è da sempre considerata un redditizio affare economico – forse il più redditizio del mondo - e il primo grande conflitto mondiale non rappresenta in ciò un’eccezione.
Le guerre tendenzialmente possono essere considerate violente come le rivoluzioni, azioni compiute con foga e senza diplomazia; ciò avviene perché le persone hanno l’eterno desiderio di migliorare la propria condizione di vita e la sovversione dell’ordine sociale p…